Il metodo di invecchiamento Soleras

Il metodo di invecchiamento Soleras

Il metodo “Soleras” o “Criaderas” è un metodo di invecchiamento utilizzato soprattutto per il vino Jerez De la Frontera ma anche per Montilla-Moriles e altri vini fortificati come Porto, Marsala, e Madeira, nonché per l’affinamento di aceti speciali, rum e brandy.

In che cosa consiste il metodo Soleras?

Innanzi tutto per Solera si intende il suolo dove appoggiano le botti.
Sopra la prima fila di botti che viene chiamata appunto Solera, vengono posizionate a piramide altre due file di botti chiamate prima e seconda criadera .

Le botti hanno in genere capacità di circa 5-600 litri e rimangono scolme per circa un terzo . In tal modo all’interno delle stesse sopra al vino in maturazione, si crea il flor cioè uno strato di lieviti che permette di limitarne lo sviluppo ossidativo.

Ogni anno una parte del vino (dal 10 al 30%) contenuto nello strato più in basso, viene prelevato per la saca cioè per l’’imbottigliamento e il livello delle botti viene ripristinato con vino delle criaderas superiori facendo attenzione ad introdurlo nella botte delicatamente e sempre sotto il film di flor, senza danneggiarlo.

Per la precisione si trasferisce il vino dalle botti superiori alle botti in mezzo e da queste nelle botti Solera.

In tal modo passando dalla botte più in alto a quella più in basso, viene unito un vino molto vecchio a dei vini progressivamente più giovani ottenendo un vino avente caratteristiche omogenee e costanti indipendentemente dall’andamento di ogni singola annata.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi