Norina Pez, un Friulano riuscito bene

Norina Pez, un Friulano riuscito bene

Particolarmente riuscito il Friulano 2018 di Norina Pez, nasce da vigneti posizionati nei dolci declivi intorno al piccolo centro di Dolegna del Collio (Go).

È un vino ricco di sottili sfaccettature, di minuscole differenze, ma che lo rendono distinguibile e nel contempo originale.

Un vino assolutamente Friulano, di nome e di fatto, evocativo di territori e tradizioni, nonostante il suo nome non sia più Tocai e la tentazione di chiamarlo così sia ancora forte.

Stefano Bernardis è così fiero della sua creatura a tal punto da infilarmene una bottiglia sottobraccio e dirmi schiettamente : “bevilo e commentalo” !

Conosco da tempo questo bravo e simpatico viticoltore, i sacrifici e la perseveranza che mette nel suo lavoro, producono sempre ottimi risultati. Ogni volta che assaggio qualcosa riesco a cogliere una nuova sfumatura, un punticino in più all’indice di gradimento.

La sua strategia aziendale parte dal rispetto per la campagna: l’uso limitato di pesticidi, preservare le uve sane ed esenti da qualsiasi malattia sono alla base della produzione dei suoi vini, che risultano genuini e capaci di racchiudere i veri profumi varietali.

Effettivamente in questo Friulano emerge una certa finezza dei profumi, che spaziano dalla pesca bianca, albicocca, la caratteristica mandorla e qualche accenno agrumato. Il sapore è intenso, agile e corposo allo stesso tempo, salino e di buon corpo. Il finale è leggermente amarognolo e rilascia lentamente il suo timbro gustativo.

Direi un gran bel vino, da farne subito un po’ di scorta!

Print Friendly, PDF & Email

Condividi