Le Due Torri, salubrità e vini autentici

Le Due Torri, salubrità e vini autentici

Visitando l’azienda Le Due Torri viene spontaneo chiedersi: che cos’anno in comune la velocità di un bolide a due ruote e la lenta attività in cantina? Sveliamo il mistero conoscendo da vicino Ermanno Maniero, giovane e visionario imprenditore che si è lasciato catturare dall’esaltante sfida di diventare viticoltore a Corno di Rosazzo (Ud).

La passione per la motocicletta e la sua energia esplosiva si fonde con i sacri tempi dettati dalla natura e il valore della lentezza; due passioni in netto contrasto ma che Ermanno incarna entrambi, con profondo rispetto. Fare vino di qualità non è solo arte che si tramanda, può essere quel sogno nascosto che un bel giorno si avvera, ci cattura e diventa nuova esaltante esperienza.

Acquisire e sviluppare l’azienda vinicola Le Due Torri diventa così scelta coraggiosa, ma le idee sono chiare e il progetto di sviluppo consiste nell’apportare pratiche innovative e massimo rispetto della natura e le sue peculiarità territoriali. Grande attenzione viene rivolta prima di tutto in vigna, dove vengono ridotti al minimo gli interventi, così da preservare uve sane e naturali; la salute del prodotto di partenza è la chiave imprescindibile per ottenere poi in cantina vini sani e di grande qualità. Saper osservare, saper attendere che le uve arrivino ad una maturazione ottimale dopo aver attuato tutta una serie di attenzioni ecosostenibili, è il filo conduttore del lavoro a Le Due Torri.

Le pratiche in cantina sono rivolte a preservare ed ottimizzare la qualità di partenza delle uve, aboliti gli organi meccanici invasivi vengono utilizzati solo sistemi tecnologici che permettono di estrarre dal frutto il meglio del corredo aromatico del vitigno originale.

Macerazioni prefermentative a freddo e attente vinificazioni sono alla base dei vini prodotti da Le Due Torri, intensi ed espressivi sanno trasmettere subito quelle sensazioni di autenticità e facile bevibilità.

Abbiamo assaggiato il Pinot Grigio ramato, connubio perfetto tra colore, eleganza e note aromatiche: si ottiene da ultima vendemmia, quindi uve mature in piccoli grappoli da terreni ghiaiosi.

Il colore è brillante, autentico perché ottenuto con estrazione a freddo e poche chiarifiche, quindi estremante naturale; al palato è morbido e rotondo, con una bella ampiezza di gusto.

Buona la persistenza che attraversa il palato e ci regala il vero piacere di bere un Pinot Grigio tradizionale.

Possiamo invece considerare un “barolo del friuli” il Tazzelenghe riserva 2013, vino prodotto solo nelle migliori annate e dai vigneti più vecchi: si presenta con etichetta rinnovata, disegnata a mano da un illustatore.

È il risultato di un lungo affinamento di 3 anni in botti di ciliegio da 5hl, scelta personale di Ermanno per esaltare le qualità organolettiche di questo antico vitigno friulano; il tempo ha fatto il suo dovere mentre il legno di ciliegio ha potuto ammorbidire con dolcezza le ruvidità dei tannini e infondere le tipiche sfumature speziate, senza mai sconvolgere il ricco patrimonio aromatico di queste uve. Ciliegia matura, liquirizia e leggere note balsamiche si intrecciano tra loro fornendo un ottimo ventaglio espressivo, al sorso risulta vivace e complesso ma piacevolmente scorrevole.

Le Due Torri Azienda Agricola di Maniero Ermanno
Via San Martino, 19 33040 Corno di Rosazzo
Località Visinale (UD) Italy

Cellulare +39 348 8730016
Telefono +39 0432 759150
Fax +39 0432 759150

http://www.le2torri.com/
info@le2torri.com

 

Condividi