La Luna Storta, lo spumante che non ti aspetti

La Luna Storta, lo spumante che non ti aspetti

Casa di amici una sera, poso l’occhio sull’etichetta intrigante di un Friulano ahimè agli sgoccioli, ne gusto quel poco che resta e ne rimango colpito per la bontà. All’indomani decido di chiamare l’azienda e scopro un’altra curiosa sorpresa: stanno sboccando un raro spumante metodo classico da uve schioppettino!

La Luna Storta è una piccola azienda di Cividale del Friuli collocata su una dolce collina dei colli orientali del Friuli da dove domina un paesaggio che sembra un mosaico di vigneti ordinatamente disposti secondo le naturali geometrie di questi luoghi.

Beatrice è la titolare e mi accoglie trasmettendo subito quel sentimento genuino che la lega a questa terra, che cura e ama da sempre. Mi racconta di questo forte legame con la sua piccola vigna, una passione che le arriva dal nonno prima e poi dal papà, loro le hanno affidato queste terre e qui le sue radici sono entrate in profondità come avviene per la vite in questo terreno difficile e compatto chiamato ponca ma prezioso per produrre vini fantastici, ai quali conferisce struttura e longevità.

Entriamo subito nel vivo della conversazione assieme al marito Loris, lui si dedica alla gestione in cantina e all’affinamento dei vini mentre Beatrice è la protagonista delle operazioni in vigna.

Inizia il magico rituale della degustazione e assaggiamo con soddisfazione il frutto del duro lavoro, dell’attesa e di tutte le attenzioni che questo liquido sublime richiede, un momento che ci rapisce e ci affascina sempre.

Loris e Beatrice si guardano negli occhi mentre le eleganti bollicine di Nocturna Aura si arrampicano con vigore dal fondo del calice, è un gesto di complicità e condivisione per aver creato un vino unico, voluto così come ci appare, scintillante alla vista e scalpitante di freschezza al palato. Affina per 54 mesi sui lieviti prima di essere sboccato e sono tra i primi ad assaggiarlo!

 

Si prosegue con il Friulano 2015 da vigne vecchie di quasi un secolo! che si ramificano, si aggrovigliano a terra e lottano per donare ancora grappoli preziosi. Queste uve conferiscono al vino un carattere deciso, al naso svaniscono i profumi fruttati ed affiorano fiori di campo, erbe aromatiche e leggere note speziate. È un Friulano “diverso” figlio di una vigna di molti anni e di un terreno difficile, molto interessante. Lo compariamo con un campione del nuovo Friulano 2017 prelevato dal vaso in acciaio, questa è una versione che Loris ha voluto con caratteristiche gustolfattive più moderne su richiesta del mercato. Qui si è voluto sperimentare per la prima volta in questa azienda l’utilizzo di lieviti selezionati che in fermentazione fanno emergere di più le note fruttate (mela, pera, frutta esotica ecc..) e conferiscono al vino uno stile più fresco e beverino. Sarà disponibile in bottiglia dalla prossima estate.

In Beatrice e Loris vive la predisposizione a cercare equilibrio ed emozione e ciò si percepisce da come si sperimentano diverse tecniche di affinamento in cantina, dove l’uso dell’acciaio trasmette severità mentre i passaggi in botte o barrique apportano morbidezza e calore. È il caso di Ante Lucem, spettacolare uvaggio di Sauvignone Blanc, Pinot Bianco e Picolit. Assaggiamo le diverse annate prodotte per capire come ogni stagione generi un risultato finale diverso, perché in natura tutto è mutevole e imprevedibile … come nella vita.

Ante Lucem 2013 è un brivido che attraversa il palato e lascia un finale lunghissimo che ci trascina lontano… un gran vino prodotto in parte da viti di circa 30 anni, la fermentazione avviene utilizzando escusivamente lieviti autoctoni, nel pieno rispetto della tipicità di questi vitigni.

Non rimane ora che un gran finale e così ci inebriamo con l’ultimo gioiello di La Luna Storta: il Merlot 2015 da vigne vecchie, morbido, elegante e saporito, solo 1200 bottiglie per buoni intenditori!

Ci piace concludere questa interessante scoperta co una frase che Beatrice ha riportato in un opuscolo dell’azienda:

“Quattro vini, quattro etichette, che raccontano di noi, della nostra terra, delle nostre scelte, dei nostri sogni”.

 

Azienda Agricola Pascolini Beatrice
Via Ronchi di Gagliano, 29/2
33043 – Cividale del Friuli (UD)
T. +39 3341584004
www.lalunastortavini.it

 

Flavio Milani

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi